interventi

Nomen omen

Desidero segnalare quanto è avvenuto a una mia paziente di 78 anni che frequenta un corso di ginnastica per anziani nella città in cui io lavoro...Di Marina bosisio

L’educazione medica e lo spirito di Alma Ata

L’educazione medica e lo spirito di Alma AtaTrenta anni fa, la Dichiarazione di Alma-Ata chiamava salute un completo benessere fisico, mentale e sociale e non la mera assenza di malattia e stabiliva che l'accesso ai servizi sanitari di primo livello costituisse un diritto umano fondamentale.

Ho anch’io una collaboratrice in studio

A 8 anni dalla stipula della convenzione e dall’inizio della relativa «gavetta», avendo raggiunto quasi il migliaio di assistiti, ho assunto una collaboratrice per il mio studio...
Di Ludovica Caputo

Esperimenti di base: gruppi di autocoscienza oncologica

Un medico di famiglia ha sondato la riunione in gruppo di auto-aiuto tra malati di cancro, per integrare l’assistenza clinica e quella psicologica.
Di Patrizia Rodriguez

Quando si spegne il rumore metallico della vita

Giuseppe ha una malattia neurologica su base degenerativa, forse autoimmunitaria, che si chiama «malattia dei motoneuroni» e attacca le cellule nervose motorie. Giuseppe ce l'ha da otto dei suoi sessant'anni anni: da allora è steso sul letto e non può muovere nemmeno un dito...
Di Fabio D’Alessandro

Camici bianchi alternativi nell’ambulatorio del diabete

Sei mesi fa è iniziato il mio nuovo lavoro nell’ambulatorio dedicato al controllo del diabete di un gruppo di medici di famiglia di Monza, che mi porta a vivere un’esperienza alquanto singolare...
Di Sabrina Tamborini

Terre di mezzo

Sono andato a visitare una persona a S. Giorgio a Cremano il giorno precedente la notte in cui è cominciato l'inferno del lancio di molotov contro i campi Rom.

Fare ancora il medico

Che ne dite dell'articolo di Ernesto Paola "Emigro per poter fare di nuovo il medico"?  In esso il collega si lamenta che il rapporto fiduciario con il paziente nella medicina generale italiana è stato inquinato da preoccupazioni inerenti la liceità delle prescrizioni, la necessità di far quadrare i conti aziendali eccetera. 

30 anni da Alma Ata: un’occasione per la medicina di base

Nel 1978, dietro la spinta carismatica dell’allora direttore Halfdan Mahler, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) era riuscita a coagulare il consenso di tutte le nazioni su un nuovo approccio alla salute e all’assistenza sanitaria, espresso nella ormai famosa Dichiarazione di Alma-Ata sulla Primary Health Care (PHC) e la Salute per tutti.
Di Angelo Stefanini

Quanto costa curare i sani?

E' stata chiamata "la clinica dell'orrore". Un medico invita a "fare i conti" nel decidere la terapia. Un intervento chirurgico in piu', anche se non necessario, e' sempre un guadagno.
Di Gino Strada
Condividi contenuti