Cercare autori e titoli nel più grande emporio del mondo

Internet sembra un'enorme biblioteca il cui custode è impazzito. Ma con strumenti efficienti si possono eseguire ricerche bibliografiche aggiornatissime

Gilberto Lacchia - medicina generale (Ivrea)

ANATOMIA DI UNA BANCA DATI
TANTE LENZE PER PESCARE NELLA RETE DELLE RETI
UNA RICERCA TELEGUIDATA
RISULTATI GREZZI DA RAFFINARE CON GUSTO
Per saperne di più

Medline è una tra le più utilizzate banche dati scientifiche al mondo: nata nel 1971, contiene oltre 9 milioni di citazioni estratte da circa 3.800 riviste biomediche provenienti da oltre 70 paesi. Quasi nove citazioni su dieci sono relative a fonti in inglese, tre quarti delle recensioni hanno un abstract in inglese. Medline viene aggiornata ogni settimana, ogni mese vengono aggiunte oltre 30.000 citazioni, mentre Premedline (che contiene gli articoli recenti non ancora indicizzati in Medline) viene aggiornato pressoché quotidianamente. Medline è solo una delle banche dati della più grande libreria esistente in campo medico, la National Library of Medicine di Bethesda (Stati Uniti).

ANATOMIA DI UNA BANCA DATI
Ogni articolo inserito in Medline è descritto da un record, suddiviso in campi (tabella 1). La banca dati è disponibile su carta (Index Medicus, aggiornato annualmente), su CD-ROM e online, consultabile in Internet.
La caratteristica più importante di questo archivio è l'impiego del Medical Subject Heading (MeSH), un dizionario di termini codificati utilizzati per catalogare libri e articoli (vedi box). Per ogni articolo, nel campo «main MeSH subjects» viene inserito l'argomento principale (o gli argomenti principali) dell'articolo, mentre nel campo «additional MeSH subjects» sono contenute altre parole chiave che ne precisano il tema. L'uso dei termini MeSh è estremamente utile quando un concetto ha più definizioni: in questo caso si dovrebbe infatti svolgere una ricerca per ogni definizione, con notevole perdita di tempo e senza la certezza di aver svolto una ricerca completa.

Tabella 1. Formato standard del record Medline (titolo con esempio o possibili valori)
TI-TITLEScreening for cardiac disease in patients having noncardiac surgery
AU-AUTHORFleisher LA; Eagle KA
AD-AUTHOR AFFILIATIONJohns Hopkins University School of Medicine, Baltimore, Maryland, USA.
SO-SOURCEAnn Intern Med 1996 Apr 15; 124 (8): 767-72
UI-MEDLINE Unique Identifier96213860
CM-COMMENTAnn Intern Med 1996 Apr 15; 124 (8): 763-6 Ann Intern Med 1997 Apr 1; 126 (7): 584
AB-ABSTRACTThe preoperative evaluation of the cardiac patient having noncardiac surgery offers an opportunity to identify occult and further define known cardiovascular disease to modify both perioperative and long-term care. The baseline [...]
MH-MAIN MeSH SUBJECTSCoronary Disease/*Complications; *Surgical Procedures, Operative
MH-ADDITIONAL MeSH SUBJECTSHeart Function Tests; Human; Postoperative Complications/Prevention & Control; Preoperative Care; Risk Factors; Support, Non-US Gov't
PT-PUBLICATION TYPESComment; Journal/Article; Review; Review/Tutorial
LA-LANGUAGEEng
Torna al riferimento nel testo

L'albero MeSH
Il dizionario MeSH è il componente principale dell'Unified Medical Language System, un progetto della National Library of Medicine per lo sviluppo di sistemi di ricerca di informazioni. I termini MeSH definiscono le parole chiave per la ricerca delle pubblicazioni all'interno della banca dati. La struttura gerarchica del MeSH permette di effettuare una ricerca con un termine generico con la certezza di trovare anche articoli indicizzati con termini più specifici della stessa categoria. Il MeSH viene revisionato ogni anno da un'apposita commissione della National Library of Medicine, che valuta i termini da mantenere, da eliminare e da modificare. Il MeSH del 1998 contiene 18.000 termini principali e oltre 80.000 riferimenti incrociati.
Esempio della struttura gerarchica del MeSH
  1. Anatomy
  2. Organisms
  3. Diseases
    1. Bacterial Infections and Mycoses
    2. Virus Diseases
    3. Parasitic Diseases
    4. Neoplasms
    5. Musculoskeletal Diseases
      • Bone Diseases
      • Cartilage Diseases
      • Joint Diseases
        • Arthritis
          • Arthritis, Adjuvant
          • Arthritis, Infectious
          • Arthritis, Psoriatic
          • Arthritis, Psoriatic/blood [MeSH]
          • Arthritis, Psoriatic/cerebrospinal fluid
          • Arthritis, Psoriatic/chemically induced
          • Arthritis, Psoriatic/classification [MeSH]
          • ...
Torna al riferimento nel testo

TANTE LENZE PER PESCARE NELLA RETE DELLE RETI
A partire dal giugno 1997 la National Library of Medicine ha istituito un servizio gratuito sperimentale che permette di effettuare ricerche su Medline (e altre banche dati) in Internet. Più o meno nello stesso periodo sono sorti numerosi siti che consentono anch'essi l'accesso gratuito a Medline (vedi box).
La banca dati è sempre la stessa; quello che cambia è il software (motore di ricerca) di consultazione, che può essere più o meno sofisticato, facile da usare e adattabile alle esigenze dell'utente. La National Library of Medicine ne mette a disposizione due: PubMed, che permette di fare ricerche in Medline e in Premedline, e Internet Grateful Med, che consente l'accesso a numerose banche dati (tabella 2). Uno tra i migliori motori di ricerca è certamente Ovid, disponibile a pagamento su CD-ROM o via Internet. Tra quelli gratuiti, PubMed è uno dei migliori, viene costantemente aggiornato e migliorato.

Alcuni siti di accesso a Medline
Torna al riferimento nel testo

Tabella 2. Banche dati consultabili con Internet Grateful Med
  • Medline
  • Premedline
  • Aidsdrugs
  • Aidsline
  • Aidstrials
  • Dirline (Directory of Information Resources Online): elenco di dati su organizzazioni, risorse per la ricerca, progetti, database e BBS relativi alla medicina e alle scienze biologiche
  • Healthstar (Health Service Technology, Administration and Research)
  • Histline: storia della medicina
  • Hsrproj (Health Services Research Projects in Progress)
  • Sdiline (Selective Dissemination of Information Online)
Torna al riferimento nel testo

UNA RICERCA TELEGUIDATA
Il progetto PubMed, nato con la collaborazione degli editori di diverse riviste biomediche, dispone di tre schede principali di ricerca.
Nella scheda di ricerca standard (basic search, figura 1) è sufficiente digitare le parole chiave: PubMed visualizzerà gli articoli che contengono tutte le parole inserite. Il motore di ricerca riconosce alcuni termini, come i nomi propri, e li tratta diversamente: se per esempio si introduce smith ab, la ricerca verrà effettuata nel campo AU (autore). Conoscendo il riferimento dell'articolo cercato, lo si può raggiungere direttamente scegliendo la scheda citation matcher, che richiede il nome del giornale, la data, il volume e il numero della prima pagina. Le opzioni descritte per la ricerca avanzata possono essere sfruttate anche in quella di base.
La scheda di ricerca clinica (clinical queries, figura 2) è stata introdotta recentemente e divide la selezione degli articoli in quattro categorie: terapia, diagnosi, eziologia e prognosi.
E' inoltre possibile indicare se nella ricerca deve prevalere un criterio di sensibilità (articoli attinenti e forse altri meno rilevanti) o di specificità (solo articoli attinenti con perdita probabile di altri meno importanti);
Nella ricerca avanzata (advanced search, figura 3) si può restringere il campo fin dall'inizio con le tecniche seguenti:

Figura 1. Maschera di ricerca standard (basic search)
Torna al riferimento nel testo

Figura 2. Maschera di ricerca per affezioni cliniche (clinical search)
Torna al riferimento nel testo

Figura 3. Maschera di ricerca avanzata (advanced search)
Torna al riferimento nel testo

Tabella 3. Principali campi di ricerca su PubMed della NLM
  • AFFL, AD (affiliation): ente di appartenenza e indirizzo del primo autore e a volte degli altri
  • ALL (all fields): tutti i campi (è il tipo di ricerca standard)
  • AUTH, AU (author): autore dell'articolo (il formato standard è: Smith DJ)
  • ECNO, RN (EC number): numero assegnato dalla Enzyme Commission per definire un particolare enzima
  • JOUR, TA (journal): rivista o numero ISSN. I nomi delle riviste hanno un'abbreviazione standard; se non la si conosce è possibile consultare la lista delle abbreviazioni
  • LANG, LA (language): lingua in cui è scritto l'articolo
  • MeSH, MH: termine MeSH
  • MAJR (major MeSH heading): argomento principale. Comprende i termini MeSH che i bibliotecari della National Library of Medicine hanno assegnato all'articolo come argomento principale
  • MUID, UI (Medline unique identifier): identificatore unico numerico nella banca dati Medline
  • PAGE: numero della prima pagina dell'articolo sulla rivista in cui è stato pubblicato
  • PDAT, DP (pubblication date): data di pubblicazione in formato anno/mese/giorno (si può inserire anche solo l'anno o anno/mese). La data di pubblicazione è quella che appare sulla rivista (alcune hanno solo anno e mese, altre anno, mese, giorno)
  • PMID (PubMed unique identifier): è un numero che identifica in modo univoco la citazione in PubMed
  • PTYP, PT (pubblication type): tipo di pubblicazione (review, clinical trials, randomized controlled trials, eccetera)
  • SUBS, NM (substance): sostanza
  • TITL, TI (title): titolo dell'articolo
  • WORD, TW: parola presente nel titolo o nell'abstract e parole singole presenti nel campo MeSH
  • VOL, VI (volume): volume della rivista in cui l'articolo è comparso
Torna al riferimento nel testo

RISULTATI GREZZI DA RAFFINARE CON GUSTO
Dopo che i criteri di ricerca sono stati stabiliti, PubMed li elabora e segnala quanti articoli ha trovato (figura 4), offrendo la scelta se visualizzare i risultati o restringere il campo di ricerca.
Utilizzando l'opzione details si ottengono maggiori informazioni sull'uso che PubMed ha fatto delle parole chiave inserite. E' molto utile quando la ricerca non fornisce risultati («no documents found»): nella maggior parte dei casi accade per un errore di sintassi nell'uso delle parole chiave o dei comandi. Gli articoli trovati (figura 5) vengono elencati in ordine inverso di pubblicazione (dal più recente al più vecchio) e sono in formato conciso (primo autore, titolo, citazione); è possibile visualizzarli tutti oppure selezionare e visionare solo quelli che interessano. Alcuni articoli presenti in versione integrale su Internet hanno un link che permette di raggiungerli.
Una delle opzioni più potenti di tutto il motore di ricerca è see related articles: PubMed, per ogni articolo, dispone di una lista precalcolata di articoli attinenti (chiamati Medline neighbors) definita confrontando il testo e i termini MeSH di ogni singolo articolo e determinandone il livello di attinenza con altri. Gli articoli più attinenti tra loro si possono visualizzare tutti insieme con questa opzione.

Figura 4. Risultati: PubMed indica che la ricerca ha trovato 2.629 citazioni. E' possibile aggiungere altre chiavi di ricerca per restringere la ricerca oppure visualizzare le citazioni trovate
Torna al riferimento nel testo

Figura 5. Elenco delle citazioni: premendo su display è possibile visualizzare l'abstract degli articoli (solo quelli selezionati spuntando il quadratino a sinistra oppure tutti se non ne viene selezionato nessuno)
Torna al riferimento nel testo

Bibliografia


Leggi l'ultimo Floppy pubblicato
Vai alla pagina di Prescrivere
Consulta l'archivio dei Floppy


Torna all'inizio

Vai alla home page



© Occhio Clinico giugno 1998