vai alla home page FLOPPY

Una biblioteca eterea per tutti i gusti

Gilberto Lacchia - medicina generale (Ivrea)

Bastano poche mosse per accedere a una ricca scelta di informazioni; dai farmaci alle sostanze tossiche, dal cancro alle ultime novità scientifiche

Indirizzi per navigare
su Internet
Pubmed (1)
Pubmed (2)
Internet Grateful Med
Medlineplus
Toxnet
Cancernet
Cancerlit
PDQ (Physician Data Query)
MeSH browser
Dal 1997 la National Library of Medicine sta rendendo accessibile, tramite Internet, l'enorme mole di dati rappresentata dalle proprie banche dati, informatizzate fin dagli anni `60.
Il sistema informatico della National Library of Medicine è detto MedLARS (Medical Literature Analysis and Retrieval System), è composto da circa 40 archivi diversi, che vengono continuamente aggiornati, e al momento contiene più di 18 milioni di riferimenti.
Nel MedLARS si trovano archivi di vario tipo:

  • banche dati bibliografiche con riferimenti ad articoli pubblicati su numerose riviste (fonte bibliografica, autori, abstract, e così via);
  • banche dati fattuali, contenenti l'informazione diretta e non il riferimento ad altre pubblicazioni, relative a farmaci o sostanze chimiche;
  • cataloghi con dati relativi a istituzioni scientifiche e progetti di ricerca;
  • dizionari chimici;
  • archivi di immagini.

    SCIENZA E MEDICINA A PORTATA DI VIDEO
    La principale banca dati bibliografica della National Library of Medicine è Medline, che contiene circa 10 milioni di voci, dal 1966 a oggi, provenienti da oltre 4.200 riviste internazionali. Copre i settori della medicina, scienze infermieristiche, odontoiatria, veterinaria, scienze precliniche e organizzazione sanitaria e viene aggiornata ogni settimana.
    L'interrogazione di Medline è possibile attraverso due interfacce di ricerca: Pubmed, (vedi anche Occhio Clinico 1998; 6: 46) e Internet Grateful Med (apri in una nuova finestra).
    Quest'ultimo, più semplice e orientato all'utente finale, consente di accedere anche ad altri 14 archivi (vedi la tabella 1).
    Da circa un anno poi la National Library of Medicine ha iniziato a produrre Medlineplus, una risorsa online destinata al pubblico che cerca informazioni sulla salute. L'accuratezza, l'autorevolezza e la completezza con cui è gestito questo servizio lo rendono un'utile fonte di informazioni anche per il medico.
    L'obiettivo è quello di aiutare l'utente a reperire informazioni mediche affidabili: oltre a indicare le risorse prodotte direttamente dalla National Library of Medicine, si trovano anche elenchi di altri siti Web autorevoli e selezionati (associazioni mediche, pubblicazioni, biblioteche, dizionari medici e così via).
    Alla voce «topics» si trovano, in ordine alfabetico o ricercabili per parola chiave, monografie su condizioni mediche o patologiche di vario tipo, nelle quali sono elencati altri siti che forniscono informazioni sull'argomento in questione. Gli articoli sono attualmente più di 500 ma ogni settimana ne vengono aggiunti di nuovi.

    DI TUTTO E DI PIÙ SU VELENI E TUMORI
    Nel 1967 la National Library of Medicine ha iniziato il Toxicology Information Program, in seguito diventato Toxicology and Environmental Health Information Program, con lo scopo di creare banche dati bibliografiche e fattuali, fornire servizi online per l'informazione tossicologica e creare un sito Web dedicato alla tossicologia e alla protezione ambientale.
    Il sito Toxnet permette di consultare numerosi archivi, sia bibliografici sia fattuali (vedi la tabella 2).
    Il National Cancer Institute gestisce poi il sito Cancernet (apri in una nuova finestra), una rete di banche dati che comprende:

  • Cancerlit: è una base di dati bibliografica che copre la letteratura oncologica degli ultimi 30 anni. Il contenuto è di circa 2 milioni di citazioni provenienti da oltre 4.000 fonti diverse dal 1960 a oggi. Viene aggiornata ogni mese. Contiene tra l'altro ricerche predisposte in precedenza (topic searches) su oltre 90 argomenti riferiti ai tumori correlati all'AIDS, della mammella, genetici, endocrini, oculari, gastroenterici, ginecologici, leucemie e linfomi, tumori dell'apparato riproduttivo maschile, neurologici, sarcomi, tumori cutanei, del torace e dell'apparato urinario;

  • PDQ (Physician Data Query): è un archivio mantenuto dal National Cancer Institute con informazioni dettagliate su prevenzione, screening, prognosi e terapia dei principali tipi di tumore. Contiene dati sulle principali terapie oncologiche (sia per medici sia per pazienti), sullo staging e sulla terapia di oltre 80 tipi di tumori, su screening e prevenzione dei principali tumori, sulla terapia palliativa (per medici e per pazienti), su diagnosi e trattamento delle difficoltà che si osservano spesso nelle malattie oncologiche. Ci sono poi indirizzi di medici e organizzazioni nel campo dell'oncologia e informazioni sui farmaci impiegati. Viene aggiornato ogni mese.

    TROVARE I TRIAL CONTRO IL CANCRO
    Su Cancernet è possibile trovare anche notizie sulle sperimentazioni che vengono effettuate in campo oncologico. Il National Cancer Institute gestisce una banca dati contenente circa 1.800 sperimentazioni aperte o in corso e 10.500 chiuse su terapia, screening, prevenzione, genetica e terapia palliativa oncologica. Il sistema permette la ricerca per tipo di cancro, tipo di trial, status del trial, sede geografica. Esiste un'opzione che permette di formattare il risultato per il medico o per il paziente.
    Il MeSH (Medical Subject Headings) browser è un valido sistema per una ricerca efficace su un tipo di informazione, come quella medica, che utilizza termini diversi e non controllati per lo stesso concetto (per esempio tumor, tumour, neoplasm, cancer e così via) (apri in una nuova finestra).
    Il dizionario MeSH è il componente principale dell'Unified Medical Language System, un progetto della National Library of Medicine per lo sviluppo di sistemi di ricerca delle informazioni.
    Si tratta di un dizionario standardizzato usato per l'analisi dei concetti dai bibliotecari della National Library of Medicine. Quasi tutti gli archivi del MedLARS sono indicizzati con i termini MeSH. I concetti all'interno del MeSH sono organizzati secondo una struttura gerarchica in modo che, effettuando una ricerca con un termine generico, si possa arrivare anche ad articoli indicizzati con termini più specifici (vedi anche Occhio Clinico 1998;6:46).
    Il MeSH browser consente di interrogare il dizionario e cercare i termini che definiscono l'idea che interessa. A questo si aggiunge Metathesaurus, uno strumento per cercare i termini MeSH per analogia concettuale. Contiene più di 470.000 concetti (provenienti da una quarantina di dizionari medici) espressi in oltre un milione di modi diversi. Non ha un indirizzo individuale, ma vi si accede dalla ricerca di Medline su Internet Grateful Med, utilizzando il pulsante contrassegnato con «Find MeSH/Meta Terms» dopo aver inserito un termine nel box di ricerca.

    PROSPETTIVE FUTURE
    L'imponente mole di dati che la National Library of Medicine consente di consultare gratuitamente è stata sviluppata nel corso degli ultimi 25-30 anni in collaborazione con diversi istituti governativi.
    Per questo motivo i numerosi archivi di MedLARS sono ancora piuttosto eterogenei e la loro consultazione avviene tramite interfacce molto diverse che a volte confondono l'utente.
    Il sito viene costantemente aggiornato e di continuo vengono apportate migliorie e aggiunte a questa o a quella parte delle interfacce di ricerca. Uno dei progetti che la National Library of Medicine spera di realizzare nei prossimi anni è l'unificazione del sistema sotto un'unica interfaccia di ricerca che permetta di accedere a tutte le banche dati di MedLARS.

    Tabella 1. A chi si accede per mezzo di Internet Grateful Med
    Sdiline: contiene le citazioni dell'ultimo mese di Medline. E' utile per controllare periodicamente le novità relative al campo di interesse

    Oldmedline: contiene circa 800.000 citazioni pubblicate tra il 1960 e il 1965 dal Cumulated Index Medicus

    Aidsline: raccoglie circa 180.000 documenti relativi alla letteratura sull'AIDS

    Aidsdrugs: riguarda circa 300 farmaci impiegati per la cura della malattia

    Aidstrials: contiene oltre 900 documenti relativi ai protocolli di sperimentazione clinica

    Bioethicsline (Bioethics Online): archivio bibliografico prodotto dal Kennedy Institute of Ethics. Indicizza la letteratura sugli aspetti etici della pratica e della ricerca biomedica. Contiene circa 60.000 voci

    Chemid (Chemical Identification): è un dizionario chimico finalizzato all'identificazione di sostanze chimiche. Contiene circa 349.000 documenti ed è utile per cercare il nome di una sostanza, i suoi sinonimi o il numero di registro dei Chemical Abstracts che servirà per interrogare gli altri archivi. Nel sito Toxnet (vedi la tabella 2) è invece presente il Chemidplus, che permette di cercare le sostanze chimiche attraverso la loro formula (bruta o di struttura) installando un software fornito gratuitamente

    Dirline (Directory of Information Resources Online): è un archivio contenente informazioni relative a circa 15.000 risorse informative, organizzazioni, enti governativi, società professionali, istituzioni accademiche e di ricerca, nel campo della sanità pubblica e della biomedicina. Ogni voce contiene il nome, l'indirizzo, il numero di telefono e una descrizione dei servizi, pubblicazioni e posseduto dell'istituzione considerata

    Healthstar (Health Services Technology, Administration and Resource): base di dati bibliografica prodotta in cooperazione con l'American Hospital Association. Contiene oltre 3 milioni di citazioni dal 1975 a oggi. Copre gli aspetti clinici e non della politica sanitaria

    Histline (History of Medicine Online): banca dati bibliografica relativa alla storia della medicina e scienze correlate. Indicizza pubblicazioni dal 1964 a oggi e contiene circa 200.000 voci

    HSRPROJ (Health Services Research Projects in Progress): contiene oltre 5.400 documenti e fornisce informazioni su contratti e borse di studio in corso relativi alla ricerca nel campo dei servizi sanitari

    Popline (Population Information Online): base di dati bibliografica prodotta dal Population Information Program della Johns Hopkins School of Public Health. Contiene oltre 250.000 voci relative alla pianificazione familiare, studi sulla popolazione, assistenza medica di base

    Spaceline: base di dati bibliografica prodotta dalla National Library of Medicine e dalla NASA. Contiene oltre 140.000 voci riguardanti le scienze aerospaziali

    Toxline (Toxicology Information Online): (descritto nella tabella 2)

    Torna al riferimento nel testo

    Tabella 2. Cosa si trova sul sito Toxnet
    Toxline: è un archivio bibliografico con riferimenti di biochimica, farmacologia e tossicologia su farmaci e altre sostanze chimiche. I dati coprono gli anni dal 1965 a oggi, contiene circa 3 milioni di riferimenti e viene aggiornato ogni mese. Tra i campi che possono interessare il medico pratico vi sono le malattie da sostanze chimiche, la valutazione di farmaci, gli effetti collaterali e la tossicità da farmaci

    HSDB (Hazardous Substances Data Bank): fornisce informazioni dettagliate su più di 4.500 sostanze chimiche, con dati di tossicità, mutagenesi, cancerogenesi, farmacologia

    IRIS (Integrated Risk Information System): valuta il rischio da esposizione a oltre 50 sostanze chimiche

    CCRIS (Chemical Carcinogenesis Research Information System): è stato creato nel 1981 dal National Cancer Institute per diffondere i risultati degli studi di carcinogenesi. Include attualmente notizie su circa 8.000 sostanze

    Gene-Tox (Genetic Toxicology): riporta i risultati dei test di mutagenesi per oltre 3.200 sostanze

    EMIC (Environmental Mutagen Information Center): considera agenti chimici, fisici e biologici analizzati per valutare la loro attività genotossica

    DART (Development and Reproductive Toxicology database)/ETIC (Environmental Teratology Information Center): contiene i riferimenti bibliografici sugli effetti teratogeni da sostanze chimiche. I dati risalgono fino al 1950 con circa 78.000 documenti. Viene aggiornato ogni anno

    Tri (Toxic Chemical Release Inventory): fornisce informazioni sul rilascio di sostanze pericolose nell'ambiente, ma i dati sono limitati agli Stati Uniti

    Torna al riferimento nel testo


    inizio torna all'inizio
    sommario vai al sommario
    archivio casi archivio dei casi
    Home page Utet periodici
    © 2000 Occhio Clinico
    vai alla home page