L'insostenibile leggerezza dell'informazione scientifica

Il pubblico è sempre più informato su salute e malattia e il medico di famiglia se ne accorge continuamente quando si trova a fronteggiare pazienti che arrivano a consultarlo con già in tasca diagnosi e terapia. Ma le informazioni che acquisiscono dai mezzi di comunicazione di massa sono valide e indipendenti? Per cercare una risposta a questa domanda si segnala un interessante articolo on line su PloSONE a firma di Luca Iaboli e colleghi ospedalieri di Reggio Emilia e Ferrara http://www.plosone.org/article/info:doi/10.1371/journal.pone.0009829

 

Vuoi accedere a tutti i contenuti del sito e inviare commenti?
Se sei un utente registrato esegui ora il login oppure registrati gratuitamente»