1 (30)

Come prevenire gli eventi ischemici successivi a un TIA?

Un mio paziente di 84 anni ha avuto due episodi di TIA a distanza di un anno uno dall’altro; in entrambi i casi si è trattato di un’ipostenia dell’arto superiore destro con disartria e confusione mentale, risolti completamente nell’arco di una giornata...

Strategie per il depresso lieve e per quello irriducibile

Il paziente è catatonico oppure ha un attacco ischemico cerebrale?

Il gioco di specchi tra curante e paziente

Leonardo prende casa in Puglia

Chi certifica cosa

Se il tumore mina l’energia vitale

Aiutare l’organismo a non cedere al male

Psico oncolologia

copertina libroIl ruolo dello psicologo nella malattia tumorale, specie in quella avanzata, non può essere confinato a una generica solidarietà umana, ma deve essere quello di promuovere la crescita della persona sofferente, nonostante (o proprio perché) essa intravveda più vicini gli orizzonti spaziali e temporali della sua vita.
Condividi contenuti