Archivio - 2009

Cavarsela tra le onde

romanoLa lettura esperta di un elettro cardio gramma non è appannaggio di ogni medico di medicina generale, come, invece, dovrebbe.

Nei pazienti che assumono FANS, serve eradicare l’Helicobacter?

Ricerca dei dati di letteratura sull’efficacia nella prevenzione della comparsa o della recidiva di ulcera peptica. di ALBERTO VAONA e BOBY LOMIZ

No alla soppressione del settore disciplinare “scienze infermieristiche ostetrico-ginecologiche”

La soppressione del settore scientifico professionalizzante che comprende ambiti disciplinari e di insegnamento peculiari e specifici, comporterebbe gravi criticità nella formazione dei futuri professionisti ai quali competono profili di autonomia e di responsabilità diretta in ambito assistenziale. FNCO (Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche)

Riflessioni sul vaccino anti HPV. A caccia di donne che fuggono dal Pap Test

L’incidenza e la mortalità di questo tumore sono correlate al livello di povertà dei paesi, tanto che vengono letti come indicatori di disuguaglianza: in Italia vi è un’incidenza di 10 casi e di 2 morti ogni 100.000 donne, mentre nei paesi poveri l’incidenza è di 42,7 casi e di 34,6 morti ogni 100.000 donne...di CIRO BRANCATI

C’è un medico a bordo?

Non sono il cosiddetto frequent flyer e stupisce quindi che mi sia già successo due volte di intervenire professionalmente per un’emergenza a bordo di un aereo. La prima volta si trattava di un bambino piccolo con dolore alle orecchie da scadente pressurizzazione: dopo che ho suggerito la somministrazione di paracetamolo e il bimbo si è addormentato, il comandante mi ha fatto omaggio di una bottiglia di spumante. Fare il «deux ex machina» è una pacchia per un dottore, ho pensato tra me e me, speriamo che ricapiti.

Finalmente so perché negli aerei di linea non ci sono i paracadute

Nell’editoriale del n. 6 del 2008 del Bollettino di informazione sui farmaci, con stile molto incisivo e deciso, che non prevede l’inutile perdita di tempo di riflessioni o, tantomeno, di contradditori, ci viene ricordato che:...

Ritratto di (medici di) famiglia: cure primarie, l’evoluzione della specie

Il Congresso CSeRMEG 2008, dal titolo «Cure primarie: l’evoluzione della specie. Una operazione clinicamente possibile», è stata l’occasione per riflettere attraverso la presentazione di contributi significativi, sul tipo di prestazioni erogate in medicina generale, on demand o per offerta attiva di servizi multidimensionali. Leggi il resoconto. di MARIA MILANO, FRANCESCO BENINCASA

I migranti respinti nel trauma psichico permanente

Come medici, non possiamo rassegnarci a vivere in un paese incivile, che, nella pratica, nega il diritto alla salute e alla protezione internazionale a persone che migrano non per capriccio, ma per necessità, costretti a lasciare la propria terra e i propri cari per intraprendere un viaggio infernale alla ricerca della libertà.di FILIPPO GNOLFO

Piccoli e scuri, puzzano e rubano

A proposito di atteggiamento «di maggioranza» nei confronti degli immigrati, clandestini o meno, ecco cosa si trova guardando in un non lontano passato nazionale. di FILIPPO BIANCHETTI

Bravi i nostri medici!

Bravi i nostri medici!E’ interessante leggere nelle pagine web di un importante quotidiano italiano la varietà di commenti dei lettori sulla ribellione delle rappresentanze ufficiali dei medici alla denuncia dello straniero irregolare che ci si accinge a curare (il «clandestino» della famosa canzone)...