Archivio - 2009

Uno scudo per una pubblica lapidazione

Cittadinanza Attiva/Tribunale Dei Diritti del Malato (TdM) ha pubblicato il XII Rapporto Pit Salute 2008, centrato sulla carenza di umanizzazione delle cure. Il documento può essere richiesto da chiunque sul sito www.cittadinanzattiva.it/i-tuoi-diritti-pit-salute/il-rapporto/rapporto-... chi scrive lo ha voluto leggere, mosso dalla curiosità derivata dai pesanti giudizi sulla medicina generale preannunciati da un comunicato stampa dell'associazione. di MASSIMO TOMBESI

Armageddon

In attesa del vaccino contro il virus H1N1, viene approvato dall'EMEA l'uso degli antivirali oseltamivir e zanamivir per la profilassi e il trattamento dell'influenza causata dal virus pandemico A(H1N1), il cui il beneficio resta, tuttavia, incerto: i dati attualmente disponibili sono basati solo sull'impiego nell'influenza stagionale.

La salute in Africa è ancora in ritardo

In un numero di settembre del New England Journal of Medicine è descritta la situazione, nell'Africa sub-sahariana, dell'epidemia di colera divampata in Zimbabwe e da lì passata ai paesi confinanti.

Le sorprese ormonali del comportamento senile

L’invecchiamento della popolazione degli assistiti pone la necessità di una considerazione globale (vale a dire, geriatrica) della loro salute: disordini metabolici e ormonali possono mimare gli esiti di eventi ischemici cerebrali e di neuropatie primitive. di Ludovica Caputo

Rapporto di fiducia fuori foglietto

Rapporto di fiducia fuori fogliettoHo ricevuto un’ammonizione da parte del mio distretto per aver prescritto su ricettario regionale una serie di scatole di ketorolac 30 mg iniettabile a un paziente oncologico terminale: il suo dolore rispondeva a questo farmaco più che agli oppiacei e non me la sono sentito di negarglielo. Però, pare che il foglietto illustrativo ne restringa l’uso alle prime 48 ore di dolore postoperatorio... di SIMONETTA PAGLIANIi

Trombofilia ed estroprogestinici: ora c’è consenso

Sono sempre più frequenti le donne che, essendo state dal ginecologo a consultarsi sull’uso della pillola, vengono da me con un lungo elenco di esami del sangue preliminare, tra cui figurano la proteina S e la proteina C, l’antitrombina III, il fibrinogeno, PT e PTT... di ELISA GRESPI

Giorni feriali da medico e festivi da malati

Anche se ne avrei fatto volentieri a meno, durante le scorse vacanze di Natale ho potuto sperimentare come funzionano bene la tessera sanitaria italiana nell’Unione europea e il sistema sanitario spagnolo, di cui avevo sentito favoleggiare da alcuni colleghi...

L’educazione medica e lo spirito di Alma Ata

In vista della quindicesima Conferenza europea, che si terrà a Basilea dal 15 al 19 settembre prossimi, vale la pena di conoscere da vicino le principali filiazioni internazionali di WONCA e le direttrici ideali sulle quali esse si muovono...

Vigilo, ergo sum

Viglilo, ergo sumMolte mie pazienti che hanno oltrepassato l’età della menopausa, mi riferiscono di dormire poco e male la notte. Qualcuna viene in ambulatorio proprio per chiedere una soluzione a questo problema che comporta una cattiva resa lavorativa, oppure frequenti cefalee muscolo tensive o ancora una generica irritabilità diurna...

 

La bottega del vecchio medico di famiglia e l’ipermercato di quello futuro

La bottega del vecchio medico di famiglia e l’ipermercato di quello futuroPer placare le preoccupazioni inespresse che stanno dietro alla resistenza al cambiamento nell’organizzazione della medicina generale, occorre  evitare gli errori che hanno in passato contribuito alla trasformazione delle equipe multi professionali in un impianto burocratico che fraintende le necessità dei pazienti. La base filosofica per riuscirci è quella del pensiero popolazionale darwiniano, secondo cui ogni individuo ha un carattere irripetibile e differente da ogni altro: non esistono individui «tipici» e, dunque, i valori medi calcolati per campioni sono astrazioni e, per il clinico, ogni individuo malato rappresenta un’espressione unica della malattia che lo ha colpito.