Archivio - 2008

L’importanza clinica di Mendeleev

L’indagine sulle cause di sintomi neurologici non spiegati deve tener conto anche del quadro elettrolitico e del suo possibile sovvertimento dovuto a interferenze farmacologiche.
Di Franco Martini

Attenti al rene

Sta via via prendendo consapevolezza che l'insufficienza renale, anche iniziale, peggiora il rischio cardiovascolare, soprattutto nei pazienti diabetici.

Per valutare un eventuale presenza proteica nelle urine, segno di danno al filtro renale, si può valutare l'albuminuria, ma la sua variabilità durante la giornata e in rapporto all'esercizio fisico e ai pasti, fa preferire la determinazione del rapporto albumina/creatinina (A/C) su urine sterili emesse al risveglio mattutino.

Celiachia in punta di dita

Un test rapido (10 minuti) su goccia di sangue capillare dosa gli anticorpi anti transglutaminasi degli eritrociti. Il test ha specificità e sensibilità del 95% e un costo relativamente moderato.

Cancro del colon: il da fare se c’è poco da fare

L’età anziana e l’entità della massa tumorale lasciano pesso i medici incerti sulla prescrizione della chemioterapia adiuvante dopo l’intervento chirurgico, a dispetto della messa in commercio di nuovi farmaci che hanno migliorato la sopravvivenza.
Di Bianca Fossati

Esperimenti di base: gruppi di autocoscienza oncologica

Un medico di famiglia ha sondato la riunione in gruppo di auto-aiuto tra malati di cancro, per integrare l’assistenza clinica e quella psicologica.
Di Patrizia Rodriguez

Il colpo di frusta: revisione della letteratura metanalitica

Il colpo di frusta è un trauma che frequentemente porta il paziente dal medico di medicina generale, ma gli studi di confronto sui vari trattamenti o tra trattamento e astensione dallo stesso sono pochi e di qualità eterogenea.
Di Alberto Vaona e Marco Orrico

Salute orale a cuor sereno

Una storia di eccessi medici (di procedure, di esposizione a rischi fisici e farmacologici) può essere risolta con una pratica clinica in cui il buon senso si coniuga con linee guida evidence based.
Di Laura Frosali

Un occasione per il medico di fare il chirurgo

La medicazione delle ulcere croniche rappresenta sicuramente uno degli aspetti dove più spesso si applica l’artigianato, più che l’arte, del curante.
di Andrea Mangiagalli

Attitudini religiose e attitudini verso la medicina

Negli ultimi anni, la mia sala d’attesa sta sempre più assumendo la connotazione del melting pot tipico delle società multietiche. Anzi, per la verità, mentre il concetto di melting pot rimanda a un crogiuolo in cui si fondono nazionalità ed etnie in un felice meticciato culturale, io vedo piuttosto una macedonia o insalata russa, con gli ingredienti sotto lo stesso condimento, ma ben distinti tra loro...
Di Giordano Vecchi