Archivio - 2008

Psico oncolologia

copertina libroIl ruolo dello psicologo nella malattia tumorale, specie in quella avanzata, non può essere confinato a una generica solidarietà umana, ma deve essere quello di promuovere la crescita della persona sofferente, nonostante (o proprio perché) essa intravveda più vicini gli orizzonti spaziali e temporali della sua vita.

Se il tumore mina l’energia vitale

La tomografia ottica a luce coerente non è un esame di screening

BPCO: precetti terapeutici

Leonardo prende casa in Puglia